Esteri/Prodotti/Salute

E-Cig? Smette di fumare anche chi non vuole.

Le sigarette elettroniche portano a smettere di fumare anche coloro che inizialmente non erano intenzionati a farlo, questa l’importantissima quanto inaspettata conclusione di uno studio pubblicato pochi giorni fa sulla rivista specializzata Harm Reduction Journal. Come si evince dal titolo, “The unique contribution of e-cigarettes in tobacco arm reduction in supporting smoking relapse prevention”, scopo della ricerca, condotta presso la Norwich Medical School della University of East Anglia da un team di ricercatori guidati dalla dottoressa Caitlin Notley, era dimostrare come il vaping elettronico rendesse più tollerabile l’astinenza dal tabacco nel lungo periodo.

La ricerca, condotta su un campione di 40 individui, ha preso in esame tutti gli aspetti relativi all’esperienza di vaping, come l’approccio alla sigaretta elettronica, le preferenze in termini di device e aromi, gli obiettivi legati all’uso dell’e-cig. E se la maggioranza degli intervistati ha dichiarato di aver adottato la sigaretta elettronica per smettere di fumare dopo altri tentativi non riusciti, una minoranza, cioè il 17%, ha ammesso di non aver mai pensato di smettere di fumare e di aver preso in considerazione l’idea solo dopo aver provato una e-cig. A commento di questo, la dottoressa Notley ha spiegato: “Abbiamo riscontrato che la sigaretta elettronica può aiutare l’astinenza dal fumo nel lungo termine. Non solo sostituisce molti degli elementi fisici, psicologici, sociali e culturali del fumo, ma è piacevole di per sé, oltre che più comoda e meno costosa del fumo”. Ed anche se secondo alcuni ricercatori il fumo elettronico può essere associato a disturbi cardiaci o asma, tutti i pazienti partecipanti alla ricerca hanno riscontrato miglioramenti a livello respiratorio e polmonare, oltre che un incremento delle capacità olfattive e gustative.

Inoltre, ha continuato la dottoressa Notley: “Lo studio ha dimostrato che il vaping può incoraggiare a smettere di fumare e alla fine a cessare del tutto anche chi non era inizialmente intenzionato a farlo”.

Alison Cox, direttrice di Cancer Research UK, che ha finanziato lo studio, si è detta molto soddisfatta dei risultati raggiunti, affermando: “Fino a questo momento le ricerche dimostrano che le sigarette elettroniche sono molto meno dannose del tabacco: anche se contengono nicotina, sostanza che provoca dipendenza, essendo prive di tabacco non sono responsabili di tutti gli altri e più pericolosi rischi legati al fumo.” Inoltre, ha sottolineato Cox, proprio la presenza di nicotina – che può essere ridotta gradualmente – fa delle sigarette elettroniche un mezzo efficace e non stressante per smettere di fumare ad oggi adottato da un numero sempre crescente di consumatori: circa 2,9 milioni nel Regno Unito e circa il 15% di fumatori adulti negli stati Uniti.

Cecilia Del Vecchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...