Esteri/Policy/Prodotti/Salute

IN UK È 1 A 0 PER IL VAPING NELLA LOTTA CONTRO IL FUMO!

In Inghilterra il dibattito sul fumo elettronico si fa sempre più acceso, ma per quanto i detrattori della e-cig cerchino di addurre tutta una serie di motivazioni basate sulla mancata conoscenza degli effetti a lungo termine del vapore e sul possibile effetto “apripista” sui più giovani, in realtà l’ago della bilancia pende decisamente a favore del vaping.

Innanzitutto è stato riconosciuto che il vaping ha aiutato (e sta aiutando) un considerevole numero di persone a smettere di fumare. E per questo il National Institute for Health and Care Excellence (NICE) ha sostenuto che ai fumatori andrebbe detto esplicitamente, attraverso i medici, che le sigarette elettroniche possono essere un valido aiuto nella lotta al fumo. Secondo le statistiche infatti, le e-cig raddoppiano la possibilità di stroncare la dipendenza da nicotina, proprio come le terapie sostitutive di tale sostanza, che prevedono l’uso di cerotti e possono essere soggette a prescrizione medica. Tanto più se si considera che il vaping in questo momento gode di un successo molto maggiore rispetto alle altre terapie sostitutive della nicotina, con ogni probabilità perché permette di mantenere la gestualità delle sigarette tradizionali, rendendo più “accettabile” e più semplice per i fumatori, anche per quelli più accaniti, la rinuncia alle bionde.

Inoltre, studi recenti dimostrano che chi ha smesso di fumare utilizzando la sigaretta elettronica, in genere, dopo un breve periodo, abbandona anche quella. Un risultato non da poco se, oltre a considerare i danni causati dalla combustione assenti nelle e-cig, si considera anche il consumo di nicotina.

Leggi anche: UK sempre avanti: inizia STOPTOBER la nuova campagna anti-fumo

Infine, anche il tanto temuto “effetto gateway” in realtà pare non costituire costituisce un pericolo allarmante per giovani e giovanissimi. Se è vero infatti che molti adolescenti hanno occasione di provare la sigaretta elettronica, è altrettanto vero che, in molti paesi tra cui l’Italia, sono in essere numerose restrizioni all’accesso di questi prodotti per i minori: dal divieto di vendita, a quello di utilizzo nelle scuole, a quello di pubblicità.

Ciò nonostante, il dibattito resta acceso, le richieste di studi e approfondimenti, come è giusto che sia, sono numerose, ma intanto in paesi come l’Inghilterra si è davvero compreso un punto fondamentale: che le sigarette elettroniche rappresentano un valido aiuto per smettere di fumare. E lo dimostra il fatto che il tasso di non fumatori, sia adulti sia adolescenti, è oggi al suo massimo storico.

Ludovica Palmieri

One thought on “IN UK È 1 A 0 PER IL VAPING NELLA LOTTA CONTRO IL FUMO!

  1. Pingback: USA, “segnali di fumo”, o meglio “di vapore” in favore della sigaretta elettronica. | AgiVapeNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...