Policy/Prodotti

Tanto rumore per nulla…la legge è scritta e (più o meno) chiara

Notizie stampa, circolari e comunicati hanno sollevato nei giorni scorsi interrogativi e anche un certo polverone che, a ben guardare, non aveva ragion d’essere.

La fine del 2017 è stata fin troppo turbolenta per il settore, questo è certo, ma in sintesi ecco lo stato della situazione.

Il primo gennaio 2018 è entrata in vigore la Legge di Bilancio che, con l’ormai noto emendamento Rotta-Boccadutri, ha esteso il divieto di vendita online anche ai liquidi privi di nicotina. Questa estensione è priva di un particolare piuttosto importante, cioè la sanzione prevista per chi avesse continuato a vendere online liquidi con zero contenuto di nicotina. E’ la stessa sanzione? Non c’è? L’AAMS nel suo comunicato del 23 gennaio non lo chiarisce, si limita a riepilogare il quadro normativo vigente, senza fornire ulteriori specificazioni o delucidazioni.

Ma su questo punto, in verità, poco importa. Perché, oscuramento o no dei siti web, all’interno della Legge di Bilancio c’è uno specifico comma che estende ai liquidi da inalazione, con e senza nicotina, i reati di contrabbando e vendita illecita, ben più gravi del semplice oscuramento del sito internet. E questo, per tutti gli operatori del settore, crediamo sia abbastanza chiaro e cristallino.

Cecilia Del Vecchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...