Esteri/Prodotti/Salute/Tabacco

Regno Unito è guerra al fumo!

Ridurre il numero dei fumatori drasticamente nei prossimi cinque anni, questo è l’obiettivo dichiarato dal Governo inglese, che già da diverso tempo ha dichiarato guerra aperta al tabagismo.

Le armi utilizzate nella lotta al tabacco sono diverse e sicuramente il vaping rappresenta uno dei principali cavalli di battaglia in questa impresa. Infatti le sigarette elettroniche sono parte integrante del nuovo Piano di controllo del Tabacco, come un’alternativa più sicura alle sigarette.

Nell’ambito di questa strategia rientra l’incoraggiamento ai top menagment inglesi di consentire l’uso del vaping all’interno delle aziende, al fine di incentivare gli impiegati ad abbandonare le sigarette tradizionali in favore di quelle elettroniche.

Il divieto di fumo nei locali pubblici, del resto, nella maggior parte dei casi non riguarda le sigarette elettroniche, il cui vapore passivo, stando a quanto dimostrato dalle ultime ricerche scientifiche, non comporta gravi conseguenze sulla salute – caratteristiche invece del fumo emesso dalle sigarette.

Leggi anche: Vapore passivo? Lasciamo che a parlare sia la ricerca scientifica.

Proprio queste considerazioni sono alla base della presa di posizione a favore del fumo elettronico, contenuta nel documento redatto dal Dipartimento per la salute inglese: Towards a smokefree generation, che mira a diffondere, in modo trasversale, il vaping, andando così ad incontrare anche quelle classi sociali che usano le sigarette tradizionali senza considerare le possibili alternative. Concedere dunque la possibilità di svapare sul posto di lavoro è parte integrante di questo programma di diffusione delle e-cig.

Considerando gli ambiziosi obiettivi del Governo inglese che intende, non solo ridurre il numero dei giovani fumatori e la percentuale di fumatrici tra le donne incinte dal 10% al di sotto del 6%, ma arrivare nei prossimi anni ad una generazione “smoke free”, ovvero libera dal fumo, è di fondamentale importanza la promozione e la diffusione dei dispositivi alternativi al tabacco.

Il ministro della salute pubblica, Steve Brine, sostiene che, anche se il Regno Unito è stato leader mondiale nel controllo del tabacco, oggi non sia più possibile prescindere dal fatto che le sigarette costituiscano una causa di morte accertata, di cui attualmente sono vittime soprattutto le persone più deboli, appartenenti alle classi meno abbienti. Oggi i fumatori nel Regno Unito sono circa 7.3 milioni e più di duecento persone muoiono ogni giorno per malattie legate al fumo, decessi che sarebbe stato possibile evitare con la giusta prevenzione.

Di conseguenza, sottolinea il ministro, come sia evidente l’importanza di investire su programmi volti a diffondere la consapevolezza di tutti i rischi legati al tabagismo.

Infine, come sostiene anche Deborah Arnott, chief executive of Action on Smoking Health (Ash), sarebbe opportuno agire di concerto, con i produttori di tabacco, per investire ancora di più sui prodotti sostitutivi delle sigarette.

2 thoughts on “Regno Unito è guerra al fumo!

  1. Pingback: Regno Unito è guerra al fumo! — AgiVapeNews – Svapoecig

  2. Pingback: E-cig, una precauzione in più contro la meningite. | AgiVapeNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...