Opinioni/Prodotti/Salute/Tabacco

Cuccioli e vaping

Le sigarette elettroniche sono un prodotto dedicato esclusivamente agli adulti, spesso contente nicotina, una sostanza che crea dipendenza e la cui vendita, nel nostro paese – e non solo -, è vietata ai minori di 18 anni.

A prescindere dalla presenza, o meno, di nicotina, va detto che i bambini non sono gli unici soggetti a rischio quando si parla di e-cig. Nell’ultimo periodo, infatti, sono aumentati i casi di avvelenamento di animali domestici a causa di ingerimento di e-liquidi o di altri prodotti legati al vaping. Gli animali sono estremamente curiosi e spesso pagano molto cara questa dote. Attirati dagli odori invitanti degli aromi, come cioccolato o vaniglia, i piccoli amici a quattro zampe non esitano ad assaggiarli, con evidenti e gravi conseguenze per la loro salute. Dunque la prevenzione non è mai troppa ed è bene riporre i liquidi sempre in posti sicuri, fuori dalla portata di animali domestici oltre che, ovviamente, di bambini.

In più, ultimamente, è sorto un altro interrogativo: il vapore passivo può avere delle conseguenze sulla salute dei piccoli quadrupedi? La questione è sorta in relazione ad un ingrediente, al di là della nicotina, spesso presente nei liquidi: il glicole di propile. Una sostanza che si è rivelata letale per i gatti, quando ingerita ingerita. Ma quali potrebbero essere gli effetti causati dalla sua inalazione? Per dissipare ogni dubbio, non occorre che i padroni di questi felini rinuncino al vaping, ma semplicemente basta loro ricorrere ai liquidi in cui il PG è sostituito dalla glicerina vegetale, adoperata anche nell’industria alimentare e sicuramente innocua. Tuttavia, premesso che le precauzioni non bastano mai, va ricordato che con il vaping si può star sicuri. Ed anche se gli studi su sigarette elettroniche e liquidi, con e senza nicotina, sono ancora in corso, è fuori di dubbio che il vapore passivo sia molto meno pericoloso, per non dire innocuo, rispetto al fumo emanato dalle sigarette tradizionali, poiché privo di tutti gli agenti tossici derivanti dalla combustione del tabacco.

Leggi anche: Vapore passivo? Lasciamo che a parlare sia la ricerca scientifica.

Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...