Prodotti/Salute/Tabacco

AIRC sulle sigarette elettroniche

L’AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro – si è pronunciata in materia di sigaretta elettronica affermando che “il vapore delle sigarette elettroniche contiene sostanze meno dannose per la salute rispetto al fumo prodotto dalla combustione del tabacco”. 
E’ chiaro che l’AIRC non intende aprire la strada al vaping, anzi al contrario chiede a riguardo più risposte e ricerche, tuttavia non può esimersi dal riconoscere quanto ormai è più che provato da numerosi studi. Ma analizziamo nello specifico di cosa stiamo parlando. Per sigarette elettroniche si intendono tutti quei dispositivi che consentono di inalare vapore, potenzialmente aromatizzato e che può contenere nicotina. In altre parole, queste e-cig evocano la gestualità delle sigarette, possono rilasciare, a seconda delle esigenze, un quantitativo di nicotina, e sono del tutto prive del tabacco, quindi, di conseguenza, di tutte le sostanze cancerogene legate alla sua combustione.
Ideate per la prima volta in Cina, questi dispositivi alternativi al fumo, hanno avuto il boom in occidente intorno al 2006, oggi, secondo il Rapporto annuale 2016 sul fumo dell’Istituto Superiore di Sanità, circa due milioni di italiani svapano in modo occasionale o regolare.
Tutte le sigarette elettroniche sul mercato, benché diverse per forma e modalità di funzionamento, hanno in comune tre elementi: un serbatoio o cleromizzatore in cui viene immesso il liquido, un atomizzatore che consente di trasformare il liquido in vapore ed una batteria che mette in moto il tutto.
L’assenza di tabacco nelle e-cig non le rende del tutto innocue perché la nicotina, che può essere presente in percentuali variabili, è una sostanza che crea dipendenza e favorisce ipertensione, diabete e, nei giovani, può interferire con lo sviluppo neurologico. Inoltre le sostanze presenti nel vapore potrebbero essere potenzialmente dannose per la salute come il glicole propilenico. Nonostante sia considerato generalmente sicuro, il glicole propilenico, potrebbe generare possibili irritazioni delle vie aeree, tosse e, in casi molto rari, riniti e asma, mentre il suo surriscaldamento può produrre la formazione di altre sostanze, come formaldeide e acetaldeide. Incertezze gravano ancora sull’eventuale pericolosità delle sostanze aromatizzanti, come il diacetilene. In più, per capire le effettive conseguenze sulla salute, sarebbe opportuno effettuare uno studio su ogni composto utilizzato come aromatizzante, impresa non facilissima, considerando che una ricerca americana pubblicata nell’Aprile 2017 ha rilevato più di 7.000 tipi diversi di sostanze utilizzate solo negli Stati Uniti.
Tuttavia, nonostante queste premesse, rimane indiscutibile che le sigarette elettroniche siano meno dannose rispetto alle “bionde” tradizionali, come dimostra anche, tra gli altri, uno studio pubblicato nel febbraio del 2017 sulla rivista Annals of Internal Medicine (finanziato da Cancer Research UK) che ha, per la prima volta, confermato che il passaggio all’elettronica comporta, a distanza di soli sei mesi, una riduzione significativa delle sostanze cancerogene presenti nell’organismo. Ovviamente pur essendo necessari nuovi e più approfonditi studi emergono dei punti fermi: che le sigarette elettroniche per i fumatori possono rappresentare un’efficace e significativo strumento di riduzione del danno per gli utilizzatori e per chi gli vive accanto (non sembrano esserci effetti analoghi a quelli del fumo passivo) e che, comunque, il loro utilizzo è sconsigliato ai non fumatori non solo per la presenza o meno di nicotina, che può essere eliminata, ma anche per le sostanze aromatizzanti, di cui ancora non si conoscono nello specifico gli effetti a lungo termine.

Leggi anche: E-cig: uno strumento per “dire no” al tabacco

One thought on “AIRC sulle sigarette elettroniche

  1. Pingback: AIRC sulle sigarette elettroniche — AgiVapeNews – Svapoecig

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...