Esteri/Policy/Salute

L’alternativa alle sigarette sbarca in Corea del Sud

Dopo il Giappone, IQOS procede alla conquista dell’oriente con la Corea del Sud, dove, a brevissimo, verrà aperto il primo Store interamente dedicato al dispositivo alternativo alle sigarette, che riscalda il tabacco anziché bruciarlo. E se Philip Morris International è assolutamente sicura del successo del dispositivo heat-not-burn, le autorità sud coreane non salutano con altrettanto entusiasmo l’arrivo di questo nuovo prodotto.

Leggi anche: IQOS si espande in Giappone, e i dubbi aumentano

Negli ultimi tempi, infatti, la Repubblica di Corea si è caratterizzata per le rigidissime politiche contro il fumo, che recentemente si sono manifestate anche attraverso l’aumento, pari quasi al doppio, del costo delle sigarette e l’introduzione, sui pacchetti, di avvertenze e immagini sui danni provocati dal fumo alla salute. In questo contesto il Ministero della salute e del Welfare sud coreano potrebbe imporre anche ai dispositivi alternativi al fumo tradizionale norme piuttosto rigide, sostenendo che la presunta minor pericolosità di queste sigarette che scaldano il tabacco senza produrre fumo e cenere, non le renda meno dannose.

Philip Morris International comunque non è intimorita dall’apparente rigidità del governo sud coreano ed il country manager, Chong Il-woo, parla per l’azienda affermando che le sigarette senza fumo rappresentano per i consumatori adulti, soprattutto se fumatori, la scelta senz’altro migliore.Ma c’è di più, perché il futuro prospettato da PMI è un futuro senza sigarette, in cui le bionde tradizionali lasceranno il posto ai prodotti alternativi al tabacco.

Alla luce di tutte queste considerazioni il Ministero Sud Coreano sta organizzando un convegno, previsto già per la prossima settimana, per raccogliere le opinioni del maggior numero di esperti nel settore e capire come amministrare questi nuovi dispositivi. In ogni caso, le autorità hanno dichiarato che i pacchetti di IQOS dovrebbero essere dotati, come i pacchetti delle sigarette tradizionali, delle avvertenze sulla salute, corredate da immagine. Diversamente, le confezioni dei liquidi di ricarica per e-cig mostrano soltanto una piccolo disclaimer relativo al fatto che il prodotto, contenente nicotina, può causare dipendenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...