Esteri/Policy/Prodotti/Tabacco

Portogallo, il vaping in parlamento.

In Portogallo potrebbe diventare legge: vaping e sigarette tradizionali non sono la stessa cosa!

In alcuni paesi dell’Europa il futuro sembra più vicino di quanto previsto, è questo il caso del Portogallo che domani, 10 Maggio, grazie al Partito Socialista, porta in parlamento una serie di proposte per modificare l’attuale legislazione sul fumo che equipara i prodotti alternativi al tabacco alle sigarette tradizionali.

Le argomentazioni sono chiare e pongono vaping e tabacco ai due estremi opposti. La parlamentare Maria Antónia Almeida Santos dichiara, senza alcun dubbio, di collocare i prodotti correlati al vaping (sigarette elettroniche e dispositivi a tabacco riscaldato), non solo nell’ambito della prevenzione e riduzione dei rischi legati al vizio del fumo, ma anche di considerarli un validissimo supporto per coloro che vogliono smettere di fumare.

Leggi anche: Sigaretta elettronica, in vetta alla classifica dei metodi per smettere di fumare

In questo panorama non mancano le critiche, mosse prevalentemente dalle associazioni sanitarie, che sottolineano la mancanza di studi scientifici ed indipendenti sull’effettiva minor pericolosità dei dispositivi alternativi al tabacco. Effettivamente potrebbe sembrare troppo bello per essere vero? Smettere di fumare avvalendosi di uno strumento che non faccia sentire la privazione delle classiche bionde del tutto e per tutto? Anche su questo fronte i membri del Partito Socialista portoghese si mostrano sicuri e non vacillano nel rispondere che la minor pericolosità per la salute delle sigarette elettroniche e correlati, rispetto al tabacco, è una realtà tanto evidente quanto indiscutibile, nella misura in cui nessuno di questi prodotti sottopone l’utente a tutte le sostanze cancerogene presenti nelle sigarette. Il Partito Comunista sostiene i Socialisti e rafforza l’importanza della prevenzione sul posto di lavoro, in cui i fumatori non dovrebbero subire discriminazioni, ma dovrebbero essere aiutati ad abbandonare il fumo, inoltre, propongono la creazione di un network pubblico, legato alla rete ospedaliera Portuguese NHS, per supportare coloro che scelgono di lasciarsi alle spalle il tabacco, anche con un sostegno economico (parziale per iniziare per diventare in seguito, auspicabilmente, totale)  in termini di medicine e strumenti per agevolarne il percorso.

Utopia o realtà? A breve avremo una risposta dalla politica, per capire effettivamente in che direzione sta iniziando a muoversi l’Europa.

One thought on “Portogallo, il vaping in parlamento.

  1. Pingback: Portogallo, il vaping in parlamento. – Svapoecig

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...