Esteri/Policy/Salute/Tabacco

E-cig: uno strumento per “dire no” al tabacco

Tobacco-e-cigarette

Gli ultimi studi di corte dimostrano che chi sceglie il vaping per smettere di fumare, non solo raggiunge il suo scopo, ma, nella maggior parte dei casi, interrompe, dopo breve tempo, anche l’uso dei prodotti da svapo.

Partendo dal presupposto che gli studi di corte sono più attendibili rispetto a quelli retrospettivi/trasversali, perché basati sull’analisi, condotta per un lungo arco temporale, di gruppi di persone selezionate, in relazione ad una caratteristica o ad un’esperienza comune, i risultati ottenuti dai ricercatori nello studio per valutare la sicurezza e l’efficacia della sigaretta elettronica come metodo per smettere di fumare, hanno confermato la validità del vaping nella lotta al tabacco. Su Tobacco Control, rivista di proprietà di BMj – British Medical Journal, autorevole magazine medico, la cui storia on paper comincia nel 1840 e che dal 1995 è anche online, con l’obiettivo di informare e far sempre progredire le conoscenze in campo scientifico e medico – sono state pubblicate le conclusioni, dopo 24 mesi di osservazione, di questo studio di corte che ha preso in esame un insieme di persone, di età compresa tra i 30 e i 75 anni, diviso ulteriormente in 3 gruppi: fumatori, vapers e utenti duali, ovvero coloro che alternano il tabacco tradizionale al vapore.

Leggi anche: Le e-cig come arma contro i decessi da tabacco

I risultati ottenuti sono stati raccolti sia attraverso contatti diretti con i pazienti sia tramite test e questionari. Il 61.1% dei vapers si è effettivamente astenuto dal tabacco, mentre tra i fumatori di sigarette e gli utenti duali coloro che sono riusciti ad evitare le sigarette sono stati rispettivamente il 23.1% e il 26.0%.

Dopo 24 mesi è stato, dunque, appurato che l’uso duale contribuisce a ridurre il rischio provocato dalle sigarette tradizionali, nella misura il vaping determina una riduzione del consumo di tabacco. Invece, per quanto riguarda l’uso della sigaretta elettronica finalizzato all’abbandono definitivo del fumo i risultati riportati sono stati più che positivi. Infatti, coloro che hanno adoperato questo metodo, sono riusciti facilmente a smettere di fumare, grazie a diversi fattori, tra cui la gestualità delle e-cig, che rimanda alla mimica delle classiche bionde.

Questo esperimento, dunque, non fa che confermare il potenziale enorme del vaping come metodo per contrastare la dipendenza dal tabacco. Ad ulteriore dimostrazione di ciò, basti considerare che, in un paese come la Gran Bretagna, in cui le sigarette elettroniche sono state ufficialmente riconosciute come uno strumento per smettere di fumare e vengono anche elargite dallo Stop Smoking Services, oggi si riscontra una notevole diminuzione del numero dei tabagisti.

One thought on “E-cig: uno strumento per “dire no” al tabacco

  1. Pingback: Vaping? La repressione non è la soluzione. | AgiVapeNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...