Esteri/Policy/Rassegna/Salute/Tabacco

Il Comitato Scientifico per la ricerca sulle e-cig dice la sua, intanto al COP7 regna l’intransigenza

Comitato Scientifico Puzzle

Proseguono le proteste (che vanno avanti ormai da alcuni mesi) sulla scarsa  trasparenza dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e proprio in questi giorni, in corso di svolgimento del COP7 a New Dehli, continuano ad inasprirsi.

E a quanto pare l’OMS non fa nulla per placarle, sono  continue e rigide le prese di posizione dell’Organizzazione che oggi si è “scagliata” contro i giornalisti a cui, ricordiamo, non è stato autorizzato l’ingresso ai lavori. Un video diffuso dai media americani ha acceso oggi nuovamente i riflettori sulle modalità con cui si stanno tenendo le riunioni: a porte ben serrate e vigilate. Le indicazioni diramate erano chiare,“alla conferenza non saranno accettati giornalisti”. Ma non si pensava che l’OMS arrivasse ad allontanarli anche fisicamente o, addirittura, a sottrarre a Drew Johnson – inviato del Daily Caller – il tesserino da giornalista.

Non solo i giornalisti respinti, a subire le reazioni fisiche dell’organizzazione del FCTC oggi anche un ampio numero (circa 500, come riporta FirstOnline) di agricoltori del tabacco intenzionati a protestare contro la chiusura netta, e a detta dei protestanti ingiustificata, che l’OMS vorrebbe imporre alla filiera del tabacco. E la linea oltranzista dell’agenzia delle Nazioni Unite non sembra solo teorica: alcuni contestatori sono stati arrestati durante lo svolgimento della conferenza a causa delle loro proteste.

L’OMS ha dimostrato di essere ferma nella volontà di difendere le sue posizioni sul settore del tabacco. E sulle e-cig? Ricordiamo che le posizioni ufficiali fino ad ora pubblicate in merito vedono l’organismo internazionale deciso a non volerle considerare diversamente rispetto al tabacco e, nonostante gli innumerevoli e confermati studi scientifici sulla minor dannosità del “vapore” rispetto al fumo, l’agenzia sembra proseguire sui suoi passi di chiusura.

A voler ribadire e dimostrare le posizioni del mondo accademico e scientifico è arrivato anche  il Comitato Scientifico Internazionale per la Ricerca sulle Sigarette Elettroniche che, dopo la lettera dello scorso settembre indirizzata al Ministro Lorenzin, ha consegnato nella giornata di ieri al Ministero della Salute un “Commento sul report OMS sulle e-cig” , nel tentativo di rafforzare la consapevolezza della delegazione italiana al COP7 sugli “errori” nei quali l’Organizzazione potrebbe incappare con un atteggiamento così chiuso nei confronti del vapore: dall’assenza di tabacco all’importante ruolo che svolgono nel processo di disassuefazione dal tabacco, passando per la possibile e non trascurabile riduzione delle morti causate dal fumo e da malattie ad esso correlate in tutto il mondo.

Leggi il documento

Tutte questioni alle quali la comunità scientifica è giunta a seguito di studi e approfondimenti, che sono stati fatti propri anche dal governo inglese a seguito delle conferme giunte dalle ricerche di Public Health England.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...