Policy/Rassegna/Salute/Tabacco

Le sigarette elettroniche tra tasse di oggi e speranze per il domani. Ieri a Roma il workshop firmato Vapitaly e Strade Magazine

 


vapitaly

Si è svolto ieri il workshop di approfondimento sullo stato dell’arte in ambito fiscale della sigaretta elettronica. Tra i presenti, produttori, giornalisti, emeriti scienziati e parlamentari, che si sono succeduti per tratteggiare in modo chiaro e propositivo l’attuale situazione scientifica e regolamentare del “vapore” che, dai loro interventi, è apparso come un prodotto che riduce i rischi del tabacco e che, quindi, deve essere avvantaggiato anziché combattuto.

In vista del prossimo evento espositivo del mondo del vaping – il Vapitaly, che si terrà a Roma presso la Città dell’Altra Economia sabato 22 e domenica 23 ottobre – Strade Magazine e l’organizzazione del Vapitaly hanno voluto proporre un’occasione di riflessione e analisi sulle e-cig in modo da rafforzare ulteriormente le posizioni che nei prossimi mesi dovranno essere portate all’attenzione delle camere e del governo per la discussione della legge di bilancio 2017.

Leggi anche: E-cig, il boom ritorna. In 5.000 a Vapitaly per la prima fiera del vaping

Ad aprire le danze, dopo l’intervento di presentazione svolto dal direttore di Strade Carmelo Papa, il Prof. Tirelli che ha sottolineato come la lotta al tabagismo debba essere una priorità assoluta se si vuole contribuire in modo fattivo al miglioramento delle condizioni di vita: “si fuma per la nicotina, ma si muore per le sostanze cancerogene” che vengono aspirate quando si “tira” una sigaretta. Il noto esperto oncologo ha criticato l’approccio che il governo ha assunto negli anni verso le e-cig, andandole ad equiparare al killer n.1 al mondo: il tabacco, il quale sprigiona nelle sigarette tradizionali sostanze cancerogene alle quali il Ministero vorrebbe paragonare le sostanze irritanti del vapore prodotto dalle sigarette elettroniche. È evidente, ha aggiunto il Professore, che le e-cig non facciano bene ad un non fumatore. Ma è altrettanto evidente, e non serve a suo giudizio un’interrogazione parlamentare per accertarlo, che facciano meno male delle sigarette tradizionali. Ad avvalorare tale evidenza, è intervenuto il dott. Pasquale Caponnetto – psicopatologo in rappresentanza della LIAF – Lega italiana antifumo – che ha ricordato la presenza di molteplici studi scientifici che conferma le tesi sostenute da una grande parte della comunità scientifica internazionale.

A concludere il giro di interventi, Mosè Giacomello – presidente di Vapitaly – e Stefano Caliciuri – direttore di Sigmagazine – che ha mostrato quanto una sigaretta elettronica e il suo liquido poco abbiano a che vedere con la direttiva tabacchi che, a livello europeo, include nello stesso testo il fumo e il vapore.

Presenti al workshop romano di ieri, anche alcuni parlamentari, come l’on. Abrignani che ha riportato la sua ricetta per favorire il mercato del vaping in crisi e per tutelare la salute di coloro che dipendono dal fumo: ridurre il costo dei liquidi mediante un abbassamento della tassazione: “è necessario passare da una tassazione generica ad una tassazione parametrata alla quantità di nicotina”, ha concluso l’onorevole. Gli altri parlamentari presenti che hanno contribuito allo svolgimento della giornata di ieri dedicata alle sigarette elettroniche sono stati: Maria RizzottiMaurizio RomaniPippo Civati, Adriana GalganoLuis OrnellanaAldo Di BiagioGianpiero Della ZuannaRita Bernardini  e la Senatrice Raffaela Bellot che ha confermato in chiusura dei lavori la necessità di “perseguire un fine comune e cioè il benessere e la salute dei cittadini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...