Esteri/Policy/Rassegna/Salute/Tabacco

Le E-Cigarette dividono il Cancer Council australiano

australianflag

Un noto ricercatore del Cancer Council – principale organizzazione Australiana non governativa sul controllo del cancro, che emette raccomandazioni al governo sulle politiche di prevenzione e cura dei tumori – ha affermato che il divieto sulle sigarette elettroniche contenenti nicotina è una politica non corretta e difficilmente difendibile, ponendosi quindi in contrasto con la posizione ufficiale del consiglio. Hanno seguito la stessa linea decine di accademici e ricercatori che hanno scritto alla Therapeutic Goods Administration chiedendo che il divieto fosse tolto.

Leggi anche: Comitato Scientifico Internazionale: e-cig rivoluzione per la salute pubblica

Una di queste lettere, scritta anche dal ricercatore del Cancer Council Ron Borland, contrasta la posizione ufficiale dell’organizzazione in cui lavora. Il prof. Borland ha sostenuto che chi si oppone alle e-cigarette utilizza informazioni non certe come sicure e confermate. “La maggior parte delle tesi contro il vaping sono ingannevoli” sottolinea il professore, che nella lettera inviata ha affermato che le e-cig sono state considerate alla stregua della cocaina e dell’eroina mentre il più pericoloso prodotto del tabacco, le sigarette, sono liberamente disponibili. Tuttavia, il Consiglio continua ad essere a favore del divieto affermando che non esistono certezze sul loro ruolo nell’aiutare i fumatori a smettere e che, nonostante possano essere meno dannose, non sono esenti da rischi alla salute. Un’altra lettera al TGA (Therapeutic Goods Administration), sostenuta da 40 accademici australiani e non, sostiene che le sigarette elettroniche salveranno vite: “è discriminatorio e non etico permettere la vendita del tabacco e vietare un’alternativa a rischio ridotto” affermano. È la prof.ssa Ann McNeill, del Kings College London, a dirsi perplessa circa la logica che vede la nicotina venduta nella mortale forma delle sigarette tradizionali e che, nello stesso tempo, vieta la nicotina nella più sicura forma delle sigarette elettroniche. I ricercatori affermano che chi passa al vapore delle e-cig potrebbe evitare almeno il 95% dei rischi derivanti dal fumo di tabacco. Si prevede che il TGA prenda una decisione provvisoria sulle sollecitazioni ricevute dalla New Nicotine Alliance (organizzazione not-for-profit che sostiene alternative più sicure al fumo di tabacco).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...