Esteri/Policy/Rassegna

USA, entrano in vigore le nuove (dure) norme sulle E-Cigs

ecig-FDA-attention

Sono entrate in vigore ieri, negli Stati Uniti, le norme sulle sigarette elettroniche. È la prima volta che si mette mano al settore su scala federale, fino ad ora il mercato – che vale diversi miliardi di dollari – era lasciato ai singoli, e non obbligatori, interventi degli stati. L’agenzia responsabile della regolamentazione è la Food and Drug Administration che, nel dare una definizione dei prodotti sottoposti alla normativa, ha considerato equivalenti le sigarette elettroniche ai prodotti del tabacco. “Questa azione è una pietra miliare nella tutela dei consumatori. La FDA sarà in grado di esaminare nuovi prodotti del tabacco non ancora sul mercato, di prevenire dichiarazioni fuorvianti da parte dei produttori, di valutare gli ingredienti dei prodotti del tabacco e come sono fatti, e comunicare i rischi potenziali” questa la dichiarazione della FDA durante l’annuncio dell’estensione della propria autorità.

Leggi anche: USA, produttori e consumatori schierati contro la FDA.

Tale annuncio risale a maggio, dopo quattro anni di lavoro che hanno visto molteplici consultazioni pubbliche – dalle quali sono pervenute più di 130 mila commenti – tese ad ottenere, se non un testo condiviso, almeno un processo partecipato. Nello specifico, l’autorità ha voluto approfondire rischi e benefici delle e-cigs sulla salute, sul punto si sono registrate posizioni differenti tra loro. Da una parte il Royal College of Physicians, che ha avuto modo di affermare l’utilizzo alternativo delle sigarette elettroniche ma con una sensibile riduzione del danno rispetto alle sigarette tradizionali, dall’altra l’American Lung Association che ha accolto la regolamentazione restrittiva come “un passo tanto atteso per la salvaguardia della salute pubblica, finalmente la FDA avrà l’autorità per prendere decisioni basate su analisi scientifiche in grado di proteggere, soprattutto i giovani, dai danni del tabacco e delle sigarette elettroniche”, così ha chiosato Harold Wimmer, presidente e CEO dell’associazione.
Con la nuova normativa i minori di 18 anni non potranno acquistare i prodotti del tabacco, comprese quindi le e-cigs.

Leggi anche: Studio USA, le e-cig riducono del 21% il rischio di decessi per i teenagers

Questa decisione prende le mosse da una ricerca del Centers for Disease Control and Prevention – Centri per la prevenzione e controllo delle malattie – che ha sottolineato come l’uso delle sigarette elettroniche è triplicato, durante l’ultimo anno, tra gli adolescenti. Non è un caso che i prodotti dovranno essere immessi in commercio in una confezione a prova di bambino, inoltre l’agenzia potrà ora controllare anche le diciture riportate sugli involucri che, fino a questo momento, riportavano anche nomi particolarmente attrattivi per i bambini. Inoltre, non vi era alcuna norma che obbligava i produttori a riportare con cosa fossero realizzati i beni commercializzati, situazione ora completamente mutata visto che la nuova regola imporrà alle aziende di comunicare preventivamente i contenuti dei prodotti da immettere sul mercato. Le aziende non potranno inoltre pubblicizzare le sigarette elettroniche come meno dannose di quelle tradizionali, a meno che non ottengano l’approvazione della FDA in base alle informazioni scientifiche del prodotto; infine, sarà vietata la vendita online.

One thought on “USA, entrano in vigore le nuove (dure) norme sulle E-Cigs

  1. Pingback: USA, entrano in vigore le nuove (dure) norme sulle E-Cigs — AgiVapeNews – svapoecig

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...