Esteri/Salute

Francia: Sigaretta elettronica, svapatori e medici vorrebbero il ritorno della pubblicità

France Europe Tobacco

Dal maggio 2016 è vietata anche in Francia la pubblicità delle sigarette elettroniche, ma alcune associazioni di consumatori ed esperti del settore hanno chiesto al Consiglio di Stato l’annullamento di questa misura.

La Direttiva sui prodotti del tabacco 2014/40 ha imposto a tutti gli Stati membri dell’UE alcune misure restrittive per la pubblicità dei prodotti delle sigarette elettroniche, la violazione delle quali comporterebbe una multa fino ai 100.000 euro. Come riportato da Science et Avenir, cinque associazioni in rappresentanza di utilizzatori delle e-cig, ma anche di medici e psicologi specializzati in studi sulle dipendenze (Sovape, SOS addictions, Fédération addiction, Respadd e Tabac et liberté) hanno fatto ricorso al Consiglio di Stato per ottenere l’annullamento di questa misura, annunciandolo tramite un comunicato. Ecco alcuni spezzoni della nota stampa: “Queste disposizioni minacciano la libertà d’espressione degli svapatori e delle associazioni che sostengono politiche di riduzione del rischio. Le nuove norme impediscono di agire sul fronte della prevenzione sanitaria, negando la possibilità per i consumatori di avere informazioni oggettive su quella che è un’alternativa al flagello del fumo da sigaretta. Non consentono più agli svapatori di cambiare il loro modo di evitare i rischi e limitare la capacità  di tenersi informati sui prodotti dalla migliore qualità e sempre più sicuri. Inoltre, non è stata ancora provata in alcun modo la nocività della sigaretta elettronica”.

Dopo il boom della sigaretta elettronica in Francia, nel 2012, e in mancanza di dati scientifici su questo tipo di device, le autorità sanitarie si sono basate a lungo sul principio della precauzione per non incoraggiare una pratica di cui non si conosceva molto in termini sanitari. Ma dal 2015, dopo la pubblicazione di due importanti rapporti da parte dell’autorità sanitaria britannica Public Health England (che hanno mostrato come le sigarette elettroniche possano risultare il 95% meno dannose rispetto ai prodotti del tabacco) è stato possibile comprendere come la e-cig avesse permesso a moltissimi fumatori di ridurre drasticamente i rischi legati alla dipendenza alla nicotina (per arrivare alla progressiva disintossicazione) e che i livelli di nocività dello svapo fossero trascurabili. Ciononostante, il dibattito sull’innocuità della sigaretta elettronica non si ferma e sono ancora incerti gli effetti a lungo termine sulla salute.

In conclusione, le associazioni dichiarano che “il fumo da tabacco provoca solo in Francia 78.000 morti premature l’anno. Vietando ogni tipo di pubblicità o comunicazione relativa alle sigarette elettroniche il governo non permette di avviare un dibattito sanitario sulla salute pubblica e soprattutto sulle nuove opportunità e soluzioni per la riduzione del rischio”.

One thought on “Francia: Sigaretta elettronica, svapatori e medici vorrebbero il ritorno della pubblicità

  1. Pingback: Francia: Sigaretta elettronica, svapatori e medici vorrebbero il ritorno della pubblicità — AgiVapeNews – svapoecig

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...