Comunicati

Sigaretta elettronica meglio di cerotti e gomme per smettere fumare

Dati Uk: in 2015 usata da 1 mln fumatori inglesi, 40% ha smesso

electronic-cigarette-and-real-cigarette

(askanews) – La sigaretta elettronica è diventata il presidio più popolare per smettere di fumare e ha superato la vendita di cerotti e gomme da masticare alla nicotina in Gran Bretagna. Secondo i dati diffusi dall’Universal College di Londra, solo nel 2015 oltre un milione di fumatori inglesi hanno usato l’elettronica per smettere (ci hanno provato 2,5 milioni), con tassi di successo assolutamente rilevanti: è riuscito nell’intento circa il 40% di chi ha usato la e-cig rispetto al 26% di coloro che si sono affidati ad altri metodi.

Spiega il dottor Fabio Beatrice, autore del libro e Responsabile del Centro Antifumo del San Giovanni Bosco di Torino: “La recente corrispondenza pubblicata su Lancet il 19 marzo 2016 sottolinea come luminari nel campo del tabagismo come David Nutt e Karl Fagestrom (i massimi esperti mondiali) abbiano preso una posizione precisa sulle sigarette elettroniche giungendo ad affermare che le e-cig sono del 95% meno tossiche rispetto alle normali sigarette e che il fumo di sigaretta è almeno venti volte più dannoso del vapore di e-cig“. “Questa presa di posizione – aggiunge Fabio Beatrice – è una ulteriore conferma del lavoro commissionato dal Ministero della Salute della Gran Bretagna e pubblicato nel 2015 in cui a pagina 6 è affermato che nonostante questo dato sulla sostanziale minore tossicità la percezione della gente sulla tossicità della e-cig sia sbagliata“.

Quello che lo studio italiano ha rivelato è che “le sigarette elettroniche non sono state create uguali e che la tossicità delle e-cig (ancorché sempre comunque più bassa rispetto alla sigaretta) è funzione della potenza di erogazione, di come è disposto il vaporizzatore nella cartuccia, della qualità della ricarica etc. La sigaretta elettronica si è rivelato uno strumento molto efficace per somministrare nicotina al fumatore, più efficace dei cerotti e delle compresse (a pagina 74 e 75 del documento britannico)“. Ma nella valutazione va sottolineato che non tutte le elettroniche sono uguali: a potenza della batteria incide sulla temperatura del vapore e a maggiore potenza corrisponde migliore aromaticità ma anche maggiore formazione delle aldeidi, una delle 83 sostanze cancerogene certamente presenti nelle normali sigarette e reperita in alcuni modelli di e-cig. Scrivono infatti gli autori nel loro libro che “il trofeo della tossicità viene vinto dalla sigaretta tradizionale sulla e-cig con un rapporto di 83 a 1“.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...