Esteri/Policy/Prodotti

Regno Unito, autorizzato il primo prodotto “da svapo” come mezzo per smettere di fumare

e-Voke-packaging-900x540

Nel Regno Unito, principale mercato europeo dello svapo, il mercato della sigaretta elettronica si appresta a un decisivo cambiamento dopo la decisione di licenziare un prodotto assimilabile alle sigarette elettroniche come strumento per chi volesse abbandonare il fumo di tabacco.

Il servizio sanitario nazionale britannico (National Health Service – NHS) ha dato il proprio benestare alla vendita della e-Voke, della British American Tobacco, quale rimedio contro il consumo di sigarette. La e-Voke diventa così il primo prodotto all’interno di tale categoria ad ottenere una licenza in qualità di farmaco in Gran Bretagna, spianando forse la strada per l’estensione dell’autorizzazione ad altri produttori che rispettino gli standard sanitari. Urge però specificare che non si tratta di un vaporizzatore di liquido (ossia la classica “e-cig”), ma un inalatore di nicotina di tipo medicale.

Nel corso dei recenti anni, le sigarette elettroniche sono diventate un prodotto sanitario molto popolare in Gran Bretagna per eliminare la dipendenza dal fumo. Le prove in merito alla loro effettiva efficacia devono essere ancora individuate con certezza, tuttavia molte persone le hanno trovate utili allo scopo di smettere di fumare”. Un portavoce della British American Tobacco ha affermato che: “La Nicovations Limited, parte della British American Tobacco Next Generation Division, ha ricevuto una licenza da parte della Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency per la sua sigaretta elettronica ricaricabile: la e-Voke. La e-Voke utilizza cartucce contenenti un livello farmaceutico di nicotina. Stiamo al momento rivedendo la commercializzazione del prodotto”.

La decisione di fornire tale licenza all’e-Voke significa che d’ora in poi questo particolare device potrà essere prescritto ai pazienti che intendono smettere di fumare. “Intendiamo garantire l’autorizzazione di prodotti a contenuto di nicotina – tra cui le e-cigs – che abbiano applicazione medicinale, siano disponibili al pubblico e rispettino standard appropriati a livello si sicurezza, qualità ed efficacia nell’aiutare a ridurre i danni causati dal fumo”, ha affermato la Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency (MHRA). Un portavoce dell’Autorità ha aggiunto che la licenza è stata rilasciata “verso la fine dell’anno scorso”. Molti esperti ritengono che le sigarette elettroniche, che scaldano un liquido contenente nicotina sino a trasformarlo in vapore inalabile, siano un’alternativa meno rischiosa al consumo di sigarette ma resta il fatto che, trattandosi di prodotti relativamente nuovi, non vi sono abbastanza prove per valutare i loro effetti sulla salute nel lungo periodo. Public Health England ha però affermato che considera le sigarette elettroniche maggiormente salutari rispetto alle sigarette tradizionali almeno del 95%. Recenti studi hanno invece tentato di dimostrare come le sigarette elettroniche non siano più salutari rispetto al fumo “tradizionale” dopo aver prelevato un estratto dal “fumo” di una sigaretta elettronica ed averlo utilizzato per trattare in laboratorio alcune cellule umane.

Il Royal College dei Medici di Famiglia ha affermato che i medici sarebbero riluttanti nel proporle ai pazienti senza che i loro benefici fossero evidenti. In Gran Bretagna all’incirca 10.000 adulti – uno su cinque – fumano sigarette. Molti di questi vorrebbero o stanno già tentando di togliersi il vizio del fumo e un numero sempre maggiore si sta dando all’utilizzo di sigarette elettroniche, secondo quanto affermato dall’NHS. Nel corso dell’anno precedente ad Aprile 2015, due persone su tre che hanno fatto utilizzo di sigarette elettroniche, in combinazione con lo stop smoking service offerto dall’NHS, sono riusciti a smettere di fumare con successo. Il Professor Kevin Fenton, National Director of Health and Wellbeing all’interno di Public Health England, ha dichiarato che le sigarette elettroniche sono oramai diventate il più popolare strumento sanitario per combattere la dipendenza dal fumo. Egli stesso sostiene che un numero ancora maggiore di persone dovrebbe trarre beneficio da tale prodotto. “Public Health England intende vederlo come una scelta salutare ed un effettivo rimpiazzo rispetto al consumo di sigarette, che gli stessi fumatori intendono mettere in pratica”, aggiunge il Professore.

Tuttavia Tim Ballard del Royal College dei Medici di Famiglia sostiene che sarebbe irragionevole aspettarsi che l’NHS finanzi le scelte di stile di vita delle persone.“Potenzialmente, potrebbe esserci spazio per la prescrizione dell’e-Voke come parte di un programma per smettere di fumare, ma il Royal College dovrebbe essere molto cauto nel prescrivere tali prodotti fino a quando non ci siano prove chiare in merito alla loro salubrità e alla loro efficacia nella lotta contro la dipendenza dal fumo”, ha aggiunto.“Al momento non ci sono prove evidenti e non è stata realizzata una guida che aiuti il Royal College nel prendere tali decisioni”.

Deborah Arnott, di Action on Smoking and Health (ASH), ha affermato che “Le sigarette elettroniche rappresentano rispetto alle sigarette una fonte alternativa di nicotina molto più salutare per i fumatori, ma ciò non significa che siano prive di rischio e che in questa maniera non si possa incoraggiare chi non fuma ad usarle. E’ una buona notizia che le sigarette elettroniche abbiano ricevuto una licenza da parte dell’autorità in materia di medicinali, in considerazione della loro efficacia nell’aiutare i fumatori a smettere, e il costo di tale operazione, come parte della strategia per eliminare la dipendenza, sarebbe di gran lunga inferiore rispetto al costo delle cure per fronteggiare le malattie causate dal fumo”. Un altro tipo di inalatore di nicotina chiamato Voke, e molto simile ad una sigaretta, venne autorizzato nel 2014 ad essere venduto quale strumento sanitario per aiutare le persone a smettere di fumare.

2 thoughts on “Regno Unito, autorizzato il primo prodotto “da svapo” come mezzo per smettere di fumare

  1. Pingback: Regno Unito, autorizzato il primo prodotto “da svapo” come mezzo per smettere di fumare | svapoecig

  2. Pingback: Meglio di ogni campagna antifumo? La diffusione in Europa delle sigarette elettroniche | AgiVapeNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...