Policy

E-cig, chiusura per i negozi che le vendono ai minori

smooke natale

Tante le novità in arrivo per il settore sigarette elettroniche con l’entrata in vigore del D.Lgs. di trasposizione della Direttiva 2014/40 (prodotti del tabacco), che entrerà in vigore – gradualmente – a partire dall’1 gennaio 2016.

Tra queste, ce n’è però una specifica, passata forse un po’ sotto silenzio, e riguarda le sanzioni a cui saranno sottoposti nello specifico i negozianti (e i tabaccai) per la violazione del divieto di vendita ai minori di e-cig e liquidi contenenti nicotina.

L’art. 24 del D.Lgs. (Riduzione dell’offerta e tutela dei minori), recita infatti:

Larticolo 25 del testo unico delle leggi sulla protezione ed assistenza della maternità e infanzia, di cui al Regio decreto 24 dicembre 1934, n. 2316, e successive modificazioni, è sostituito dal seguente:

«Art. 25

Chiunque vende prodotti del tabacco o sigarette elettroniche o contenitori di liquido di ricarica, con presenza di nicotina o prodotti del tabacco di nuova generazione ha l’obbligo di chiedere all’acquirente, all’atto dell’acquisto, l’esibizione di un documento di identità, tranne nei casi in cui la maggiore età dell’acquirente sia manifesta.

A chiunque vende o somministra ai minori di anni diciotto i prodotti del tabacco o sigarette elettroniche o contenitori di liquido di ricarica, con presenza di nicotina o prodotti del tabacco di nuova generazione, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 500,00 a euro 3.000,00 e la sospensione per quindici giorni della licenza all’esercizio dell’attività. Se il fatto è commesso più di una volta si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 1.000,00 a euro 8.000,00 e la revoca della licenza all’esercizio dell’attività.».

Una scelta molto dura quella del Ministero della Salute, che va forse anche in violazione del principio di progressività delle sanzioni, vista la chiusura immediata in caso di prima violazione.

Sino ad oggi il divieto di vendita ai minori di e-cig con nicotina era stabilito da un’Ordinanza del Ministro rinnovata di anno in anno, la quale anch’essa prevede la sanzione della chiusura (fino a tre mesi) ma solo per violazione ripetuta.

Le norme in questione solleveranno certo polemiche tra i tabaccai (che oltre alle sigarette vendono ormai da tempo anche e-cig) e tra i negozianti di sigarette elettroniche, ma intanto sarà bene che tutti questi si attrezzino da subito, abituandosi a chiedere il documento ed evitando accuratamente di vendere ai minori.

4 thoughts on “E-cig, chiusura per i negozi che le vendono ai minori

  1. Scelta giustissima di non vendere ai minori, cosa peraltro che ad oggi è già in vigore, con la differenza che chi vende ecig la rispetta da sempre, moltissimi tabaccai non la rispettano mai perchè il loro unico dio è il denaro, non hanno etica

    Mi piace

  2. Pingback: E-cig, chiusura per i negozi che le vendono ai minori | svapoecig

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...