Policy

Consiglio di Stato, respinto il ricorso di Assifel. TAR a rischio?

Una sconfitta per una parte del mondo e-cig. Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso urgente di Assifel per l’estensione della sospensiva decisa dal TAR Lazio sull’imposta di consumo.

consiglio di stato

La Quarta Sezione del CdS, presieduta dal Cons. Riccardo Virgilio ha quindi no alla richiesta di decreto monocratico di sospensione proposto da Assifel e dalle aziende Fumador Srl, New Smoke Network Srl, Flavourland Srl, Vaporart Srl, Biofumo Srl, 7heaven Sas di Follis Darko & C, Datastore Srl, Bandz Srl, Dea Flavor Srl, Royal Blend Srl, Whiff Srl, Real Farma Srl, Lol Srls, Alterna Farmaceutici Srl, Lop Srl, Elixir International Srl, rappresentate e difese dagli avv. Paolo Grassi, Massimiliano Nicodemo.

Il ricorso mirava ad estendere la decisione del TAR Lazio, intervenuto unicamente sulla tassazione dei liquidi senza nicotina lasciando invece che l’imposta continuasse ad essere in vigore su quelli con nicotina, e rinviando rinviando al giudizio di merito, previsto per i primi di novembre, la decisione finale su un’eventuale illegittimità del DM e del connesso Provvedimento AAMS sull’equivalenza, o persino un rinvio alla Consulta del Dlgs 188/2014.

Una decisione che purtroppo non sorprendente, visto che già in passato la stessa sezione presieduta dal Cons. Virgilio ha dimostrato a dir poco scarsa attenzione nei confronti delle contestazioni verso l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e del MEF da parte del settore e-cig. Basti ricordare quando nel 2014, nonostante la norma in questione fosse ben più attaccabile (come dimostrato poi dal giudizio della Consulta) e fosse stata addirittura già rinviata alla Corte Costituzionale, come la Quarta Sezione del Consiglio di Stato avesse sancito una cauzione sull’imposta di consumo impossibile da versare. Sospensiva condizionata concessa sia ai ricorrenti di Anafe Confindustria che di Assifel, ma poi revocata unicamente ai ricorrenti di Assifel.

A questo punto il 6 ottobre si deciderà sulla nuova sospensiva richiesta da Assifel & co., col rischio però che questo giudizio possa condizionare anche il giudizio di merito del TAR previsto per novembre. Una spada di Damocle su tutto un settore già in difficoltà da tempo, anche se esiste sempre la possibilità che Assifel decida di desistere per evitare risultati irrevocabili.

L’opinione

Alcuni giorni fa questo sito ha ricevuto una lettera durissima di critiche da parte del presidente di Assifel, Piero Gilardino, a causa di un articolo in cui si criticava – tra le altre cose – la strategia legale della stessa associazione, non comprendendo forse che la critica non era diretta in sé agli avvocati, ma alla scelta di confrontarsi con una sezione del Consiglio di Stato che aveva già dato prova di sé in senso negativo per il mondo delle sigarette elettroniche. Purtroppo, e ripetiamo davvero purtroppo, i fatti ci hanno dato ragione ancora una volta.

Il rischio – e ci siamo rivolti a tre amministrativisti completamente slegati a questa causa per chiedere conforto, – è davvero che se Assifel deciderà di continuare su questa strategia possa affondare tutto il settore (con in prima fila le aziende del ricorso di cui sopra), che si troverebbe quindi completamente “scoperto” in vista del TAR e in un momento politico delicatissimo che vede pendenti la trasposizione della TPD e l’avvio della Legge di Stabilità, dove potrebbe esserci spazio di rivedere l’attuale assurda tassazione.

Non dovrebbe competere ad un sito come questo entrare in certe diatribe, ma essendo stati – erroneamente, a nostro pare – tirati in ballo, a questo punto pensiamo che bastino i fatti, acclarati e ripetuti, a parlare. E forse qualcuno dovrebbe trarne le giuste conseguenze. Ma forse i vizi imparati in politica (dove le dimissioni non sono costume) a volte si perpetuano in altri settori. Siamo però certi di sbagliarci e attendiamo con trepidazione di essere smentiti.

Arnaldo Selmosson

One thought on “Consiglio di Stato, respinto il ricorso di Assifel. TAR a rischio?

  1. Pingback: Assifel, ritirato il ricorso al Consiglio Stato |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...