Rassegna

TPD, ricorso Totally Wicked: cosa accadrà l’1 ottobre alla CGUE

totally-wicked-tpd

La Corte di giustizia europea (CGUE) è stata fondata nel 1952, e ha il ruolo di interprete del diritto comunitario per assicurarsi che sia applicato allo stesso modo in tutti i paesi dell’UE. Risolve anche controversie legali tra i governi nazionali e le istituzioni dell’UE.

La CGUE può, in determinate circostanze, essere adita da individui, aziende o organizzazioni per agire contro un’istituzione dell’Unione europea se ritengono che in qualche modo ha violato i loro diritti. Questo è ciò che sta facendo Totally Wicked.

Ci sono 15 giudici nella CGUE, ciascuno dei quali nominato per un periodo di 6 anni, rinnovabili congiuntamente dai governi nazionali. Ci sono anche Avvocati Generali, il cui compito è quello di analizzare i casi e suggerire ai giudici quello che i tribunali potrebbero arrecare. Essi in genere lavorano più in profondità, e sono i consulenti legali per i giudici.

La CGUE affronta circa 600 nuovi casi ogni anno. I tipi di sentenze che la CGUE può emettere sono i seguenti:

  • Interpretazione della legge (sentenze pregiudiziali di riferimento) – le corti nazionali degli Stati membri dell’UE sono tenute a garantire che il diritto dell’UE sia applicato correttamente, ma tribunali di diversi paesi potrebbero interpretarlo in modo diverso. Se un giudice nazionale è in dubbio sull’interpretazione o sulla validità di una norma comunitaria, può chiedere chiarimenti alla Corte. Lo stesso meccanismo può essere usato per determinare se una legge o prassi nazionale sia compatibile con il diritto comunitario. Questo è ciò che sta facendo Totally Wicked.
  • Implementazione della legge (procedura di infrazione) – questo tipo di caso è portato avanti nei confronti di un governo nazionale per il mancato rispetto del diritto comunitario. Può essere avviato dalla Commissione Europea o da un altro Paese dell’UE. Se il Paese si trova ad essere in difetto, si deve mettere le cose a posto in una sola volta, per non rischiare un secondo richiamo, che può tradursi in una sanzione pecuniaria.
  • Annullamento di atti giuridici dell’UE (ricorso per annullamento) – se si ritiene che un atto comunitario violi i trattati dell’Unione europea o i diritti fondamentali, alla Corte può essere chiesto di annullarla da un governo dell’Unione europea, dal Consiglio dell’Unione europea, dalla Commissione europea o (in alcuni casi) dal Parlamento europeo.

I privati possono inoltre chiedere alla Corte l’annullamento di un atto comunitario che li riguarda direttamente.

  • Garanzia di azione dell’UE (azioni per carenza) – il Parlamento, il Consiglio e la Commissione devono prendere decisioni in determinate circostanze. Se non lo fanno, i governi dei Paesi membri, altre istituzioni dell’UE o (a certe condizioni) gli individui o le imprese possono presentare una denuncia al Tribunale.
  • Sanzioni alle istituzioni europee (azioni di risarcimento danni) – qualsiasi persona, o azienda, i cui interessi sono stati danneggiati a causa dell’azione o inazione dell’UE o del suo personale è in grado di agire contro di loro attraverso la Corte.

Come si fa a porre il proprio caso all’attenzione della CGUE?  Per il ricorso di TW, si è dovuti passare attraverso i tribunali del Regno Unito, così come è stato necessario che i giudici nazionali riconoscessero che ci fossero dubbi sull’interpretazione o sulla validità dell’articolo 20.

Dopo aver ottenuto una sentenza di rinvio pregiudiziale, le tappe che dovevano essere seguite alla CGUE sono state:

  • fase scritta: Le parti presentano osservazioni scritte alla Corte, e le osservazioni possono essere presentate da istituzioni dell’UE e Stati membri.
  • fase di reporting: Il tutto è riassunto dal giudice relatore e poi discusso in occasione della riunione generale della Corte, che decide su quanti giudici si occuperà del caso (3, 5 o 15 giudici – tutta la corte, a seconda dell’importanza e della complessità del caso). La maggior parte dei casi comporta l’azione di 5 giudici, ed è molto raro che l’intera Corte esamini il caso, in particolare se è necessaria un’audizione (durante la fase orale) o è richiesto un parere ufficiale dell’Avvocato Generale.Il 1 ottobre passerà alla fase orale il caso TW.
  • Fase orale/pubblica. Gli avvocati di entrambe le parti possono mettere il loro caso ai giudici e l’avvocato generale, che possono rispondere.
  • Fase del Giudizio: Se la Corte ha deciso di richiedere un’Opinione dell’Avvocato Generale, questa è data alcune settimane dopo l’udienza. I giudici poi deliberano e danno il loro verdetto.

La procedura presso la Corte Generale è simile, tranne che 3 giudici ascoltino più casi e non ci siano Avvocati Generali.

Qual è la situazione attuale del caso legale Totally Wicked? Abbiamo presentato le nostre osservazioni scritte, ne abbiamo ricevute da parte delle istituzioni e degli Stati membri. La data del processo è il 1° ottobre alle 14:30, e il caso sarà ascoltato da 5 giudici. Questo avverrà quando l’avvocato di Totally Wicked sottoporrà oralmente il caso contro l’articolo 20 della TPD. Avrà a disposizione solo 20 minuti per esporlo. Le istituzioni europee e 2 Stati membri contestano il caso di TW, e avranno 15 minuti ciascuno. Non si otterrà una decisione sul merito in giornata; è probabile che l’Avvocato Generale prepari un parere al giudice nel corso di quest’anno, seguito da una decisione nei primi mesi del 2016.

One thought on “TPD, ricorso Totally Wicked: cosa accadrà l’1 ottobre alla CGUE

  1. Pingback: Difficile udienza per Totally Wicked davanti alla Corte di Giustizia UE |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...