Policy

GTNF 2015, su norme e-cig i produttori chiedono approccio comune

gtnfnorme

I produttori, le associazioni dei consumatori e le istituzioni devono fare gioco di squadra se vogliono creare un quadro normativo che regoli in maniera corretta il mercato delle sigarette elettroniche. Se da un lato la qualità e la sicurezza del prodotto sono una priorità, dall’altro la normativa deve consentire adeguati livelli di innovazione, distribuzione e commercializzazione per incoraggiare l’ulteriore sviluppo di questa categoria emergente. 

E’ questo uno dei principali argomenti analizzati oggi nel corso del GTNF – Global Tobacco and Nicotine Forum, il più grande meeting mondiale che riunisce a Bologna i produttori e le realtà leader del settore del tabacco, ma anche esperti in una tre giorni di presentazioni, discussioni e confronti attorno ai principali temi del settore. Il Forum, in corso presso Palazzo Re Enzo, è iniziato martedì e si conclude oggi.

Sono sempre più i fumatori che, in alternativa alle sigarette tradizionali, sono passati alle sigarette elettroniche, determinando negli ultimi anni una forte crescita della domanda per questi prodotti. Adesso, dopo che tale richiesta è stata inizialmente soddisfatta da centinaia di piccole start-up, il settore vede l’entrata in scena delle grandi multinazionali del tabacco. Ma, insieme alle incertezze dei governi in merito alla regolamentazione di questo nuovo mercato, sono sorti anche alcuni dubbi rispetto alla qualità e alla sicurezza dei prodotti. Alla luce di questi aspetti, al Global Tobacco and Nicotine Forum (GTNF) i maggiori produttori di tabacco, insieme ad associazioni di consumatori, esperti di sanità pubblica e del settore, hanno discusso oggi del futuro della regolamentazione di questo mercato. Si è discusso di come la creazione di standard di prodotto, come quelli recentemente sviluppati da AFNOR, l’organismo di certificazione francese, in collaborazione con i produttori di sigarette elettroniche, siano fondamentali. Sia gli standard di prodotto che la necessità di regolamentazione devono però essere attentamente bilanciati per preservare da un lato la qualità e la sicurezza del prodotto e, dall’altro, evitare inutili ostacoli che danneggerebbero la crescita del settore.

“Il compito più urgente dell’industria, composta sia da piccoli che da grandi imprenditori, è quello di collaborare al più presto allo sviluppo di norme di standardizzazione anticipando e supportando le autorità nazionali il più possibile”, ha dichiarato Patricia Kovacevic, General Counsel e Chief Compliance Officer di Nicopure Labs LLC, un’azienda leader che è conosciuta per i prodotti Halocigs ed eVo.

“La nostra strategia di business intende offrire ai fumatori una scelta di prodotti molto ampia. Le sigarette elettroniche sono una parte importante di questa strategia e pensiamo che possano offrire un’ottima alternativa per i fumatori. Questa categoria di prodotti si sta evolvendo rapidamente con soluzioni sempre più sofisticate ed efficaci. Nel contesto di questo rapido sviluppo, la qualità e la sicurezza dei prodotti è importantissima. Ora è il momento di stabilire delle norme adeguate per massimizzare i benefici e per garantire la qualità e sicurezza che i consumatori si aspettano. Standard di qualità e sicurezza adeguati per le sigarette elettroniche contribuiranno alla creazione di prodotti sempre più efficaci e alla crescita di questa categoria”. Ha dichiarato Marina Trani, Head of RandD Next Generation Products BAT

Per Simon Clarke, direttore dell’associazione consumatori FOREST (Regno Unito): “i consumatori vogliono un prodotto d’alto livello, ma non per questo dobbiamo soffocare innovazione e creatività. Obblighi normativi troppo restrittivi potrebbero danneggiare le piccole imprese: dobbiamo ricordare che è proprio il dinamismo e la pluralità di attori che rende il mercato dell’e-cigarette così nuovo e rivoluzionario e così interessante”. “Il consumatore vuole la totale libertà di scelta. Spetta alle aziende e alle istituzioni creare una sinergia capace di definire una normativa corretta, andando a soddisfare la domanda e mettendo il consumatore al primo posto”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...