Comunicati

Efvi: Sigarette elettroniche equiparate a tabacco? In piazza il 7 luglio | LaPresse

lapresseefvi

LPN-Efvi: Sigarette elettroniche equiparate a tabacco? In piazza il 7 luglio-3-
Roma, 5 lug. (LaPresse) – Martedi’ 7 luglio, a partire dalle ore 12, gli svapatori italiani e alcuni provenienti da Francia, Germania, Regno Unito e Spagna, affiancati da molti negozianti e imprenditori, scenderanno in piazza di fronte al Ministero dell’Economia e delle Finanze in via XX settembre. La protesta e’ organizzata dalla European Free Vaping Initiative (Efvi), movimento transeuropeo attivo in tutti i Paesi UE e coordinato in Italia da Mose’ Giacomello, composto principalmente da svapatori ed ex fumatori che protestano contro le decisioni dell’agenzia delle Dogane e dei Monopoli di aumentare le accise sulle sigarette elettroniche. Efvi ha deciso di scendere in piazza, dopo 2 anni di battaglie per la liberta’ di svapo condotte soprattutto sul web, per chiedere al Governo di ripensare alle azioni fino ad ora svolte nei confronti del mondo delle e-cig. (Segue).

LPN-Efvi: Sigarette elettroniche equiparate a tabacco? In piazza il 7 luglio-2-
Roma, 5 lug. (LaPresse) – ”Questa tassa non solo ha messo in gravissime difficolta’ le aziende italiane impegnate nel settore, ma ha reso impossibile per noi consumatori l’acquisto dei prodotti nei punti vendita locali, costringendoci a rivolgerci al mercato online, su siti web esteri che non sempre ci garantiscono sicurezza sulla qualita’ del prodotto, oltre all’incertezza di incorrere in un incauto acquisto vista la fumosita’ delle norme attuali”. Lo afferma il coordinatore per l’Italia di Efvi, Mose’ Giacomello in merito all’attuale importa di 3,73 euro per 10 ml che, secondo l’Efvi Italia, ”oltre ad aver causato un enorme aumento dei prezzi, va contro i buoni propositi di chi ha deciso di abbandonare il fumo a favore di un modo alternativo e meno dannoso di consumare nicotina”. (Segue).

LPN-Efvi: Sigarette elettroniche equiparate a tabacco? In piazza il 7 luglio-3-
Roma, 5 lug. (LaPresse) – ”L’altra questione sulla quale EFVI ha deciso di far sentire la propria voce riguarda il metodo utilizzato per calcolare le imposizioni fiscali da applicare alle sigarette elettroniche paragonate in modo assurdo e incomprensibile alle sigarette tradizionali ed equiparate ai nuovi prodotti a cosiddetto tabacco riscaldato – continua Mose’ Giacomello, coordinatore Efvi Italia – che hanno incredibilmente ottenuto una tassazione di fatto minore a quella dei liquidi per sigaretta elettronica”. In occasione della manifestazione, infine, l’Efvi raccogliera’ le firme a supporto della causa promossa a livello europeo dalla otally Wicked contro l’articolo 20 della Direttiva Europea sul Tabacco (TPD), che “rappresenta un impedimento sproporzionato alla libera circolazione di beni e servizi, svantaggia ingiustificatamente le e-cig rispetto agli altri prodotti del tabacco, e infrange il principio UE di eguaglianza, violando il diritto fondamentale dei produttori e dei consumatori”. La TPD, infatti, è un altro dei temi “caldi” per il Governo che, nei prossimi 60 giorni, dovrà emanare i decreti legislativi di attuazione che, per l’EFVI, non dovranno prevedere ulteriori restrizioni rispetto a quelle già contenute nella Direttiva. Il rischio? Per Giacomello “Ancora illegalità, commercio di liquidi fai-da-te senza alcun controllo, con conseguenti rischi per la salute, e limiti alla libertà dei consumatori”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...