Policy

Legge di Delegazione UE, OdG Busin (LNP) impegna il Governo a riformare norme e imposte sulle e-cig

busin odg

Si è chiusa alla Camera dei Deputati la discussione sulla Legge di Delegazione Europea 2014, con la quale il Governo riceve dal Parlamento i poteri per emanare decerti legislativi finalizzati alla trasposizione di varie Direttive UE. Tra queste c’è anche la Direttiva 2014/40/UE, la “famigerata” TPD (Tobacco Products Directive), il cui articolo 20 riguarda nello specifico le sigarette elettroniche.

Tra gli emendamenti approvati alla Legge di Delegazione Europea al Senato (alla Camera non vi è stata alcuna modifica), importante quello che impegna il Governo ad emanare entro due mesi un dlgs che recepisca la direttiva 2014/40/Ue del Parlamento europeo e del Consiglio sulla lavorazione, la presentazione e la vendita dei prodotti del tabacco e dei prodotti correlati.

Un lavoro accurato di lobbying ha poi portato la Commissione Politiche UE del Senato ad aggiungere che il governo dovrà ‘prevedere, per quanto riguarda’ i tabacchi da inalazione senza combustione, ovvero i prodotti di nuova generazione a base di tabacco (come le iQOS di Philip Morris), ‘un coerente recepimento dell’articolo 19 della direttiva 2014/40/Ue, al fine di stabilire anche un adeguato quadro normativo che riconosca il potenziale rischio ridotto dei prodotti del tabacco di nuova generazione, per i produttori che ne facciano richiesta’.

Dato che però dovranno essere i Dlgs ad entrare poi nello specifico e che vi era urgenza di chiudere l’approvazione del testo, nessun ulteriore emendamento è stato approvato, ma il Governo ha accolto alcuni Ordini del Giorno con il quale si impegna a dare seguito ad aspetti connessi alla Direttiva 40.

Tra questi, nell’ottica di un riordino di un settore al momento preda di un wild west fiscale a causa di norme mal scritte e ancor peggio gestite, l’on. Filippo Busin (Lega Nord), membro della VI Commissione Finanze della Camera, ha ottenuto l’impegno del governo affinché preveda l’inibizione dell’accesso ai siti web privi di rappresentante fiscale offrenti prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide contenenti nicotina nonché l’introduzione nell’ordinamento nazionale nuove fattispecie di illecito amministrativo relativi alla fabbricazione clandestina, e al contrabbando.

Oltre a ciò, il documento Busin accolto impegna il Governo a modificare l’attuale normativa per i prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide contenenti nicotina orientandola verso un’imposta di consumo parametrata alla quantità di nicotina contenuta nei medesimi liquidi secondo il rapporto euro/chilogrammo di nicotina, e ciò al fine di salvaguardare il comparto fumo elettronico e di sostenerne lo sviluppo su scala nazionale.

La bozza di dlgs in relazione alla Direttiva 40 sarà quindi atteso poco prima dell’autunno, mentre la norma definitiva dovrà avere il via per fine anno per poi entrare in vigore entro marzo 2016.

One thought on “Legge di Delegazione UE, OdG Busin (LNP) impegna il Governo a riformare norme e imposte sulle e-cig

  1. Pingback: Lo svapo in piazza. Successo della protesta di fronte al MEF |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...