Esteri

Minnesota, e-cig e tasse sul tabacco fanno crollare il numero dei fumatori

IMG_0900

Un recente sondaggio lanciato del Minnesota da ClearWay Minnesota (organizzazione anti tabacco), e costato ben $850mila, ha messo in mostra il più basso numero di fumatori mai registrato nello Stato. E che quasi il 45% degli ex fumatori era passato per le sigarette elettroniche per diventare tale. Il sondaggio ha coinvolto 9.300 persone.

“I sostenitori della salute pubblica dovrebbero esultare per il fatto che i prodotti del vapore sono oggi quelli più comunemente usati tra gli adulti del Minnesota per smettere di fumare”, ha affermato Greg Conley, presidente della American Vaping Association president. “Gli attivisti antifumo magaari non avranno un’alta opinione dei fumatori, ma questo sondaggio rende chiaro che molti sono abbastanza intelligenti da riconoscere che lo svapo è una valida opzione per coloro che vogliono smettere di fumare”.

Il sondaggio del Minnesota Department of Health e ClearWay Minnesota ha verificato un calo del 10% nel numero dei fumatori negli ultimi quattro anni, e ad oggi solo il 14,4% degli adulti dello Stato si dichiara fumatore. Un dato contrario a quello dell’Italia, dove secondo l’ISS la percentuale totale dei fumatori in Italia è passa dal 20,6% del 2013 al 22% del 2014. Crescita cui è corrisposto un presunto crollo dell’uso della sigaretta elettronica: gli utilizzatori sono passati dal 4,2% del 2013 all’1,6% del 2014.

Il sondaggio ha messo in evidenza come il raddoppio della tassazione sulle sigarette sia stato un fattore determinante nel declino del numero di fumatori, particolarmente tra i più giovani. Ma, a fianco di questo, le sigarette elettroniche hanno contribuito a questo sorprendente risultato.

“Hanno avuto un ruolo. Parzialmente, forse. E’ un prodotto pubblicizzato pesantemente, e penso si possano trarre logiche conclusioni, non voglio negarlo”, ha spiegato Raymond Boyle, direttore dei programmi di ricerca a ClearWay Minnesota, gruppo nonprofit finanziato con i soldi dell’accordo del 1998 con le multinazionali del tabacco. “Ma lo spiega in toto? No, non proprio. Perché ci sono molte altre persone che non sono riuscite a smettere che hanno usato sigarette elettroniche”.

In ogni caso, al calo drastico dei fumatori è corrisposto dal 2010 una crescita degli utilizzatori di e-cig dall1 a quasi il 6%, più del numero dei fumatori di pipa e sigari insieme.

Sono ovunque, non sono sorpreso“, continua Boyle, che però sottolinea l’assenza di studi sull’impatto a lungo termine sulla salute delle e-cig.

Ma ribatte Matt Black, ex presidente della Minnesota Vapers Advocacy: “Anche se è solo un posso nella transizione dei fumatori verso lo smettere, non si capisce perché lo Stato stia combattendo in maniera così dura un prodotto di successo, rendendo ancora più difficile per le persone staccare col fumo”.

Un successo che corrisponde ad un netto calo nell’uso dei NRT (prodotti sostitutivi della nicotina), scesi dal 46% al 28% tra coloro che provano a smettere, mentre il numero dei fumatori che cercano assistenza medica per smettere è secso dal 20% al 9%.

I supporters delle -ecig sperano che questi dati rallentino lo sforzo di tassare e restringere l’uso di questi prodotti, almeno nel breve termine.

“Penso che città e comunità stiano realizzando che sempre più persone stiano usando il vapore per mollare il tabacco. Dobbiamo stare attenti a non mettere barriere a questi prodotti”, spiega Cap O’Rourke, lobbista per la Independent Vapor Retailers del Minnesota.

Nel frattempo però la città di Minneapolis, capitale della contea di Hennepin nel Minnesota, ha vietato l’uso delle sigarette elettroniche dai luoghi pubblici al chiuso. Al pari delle sigarette tradizionali le e-cig non potranno essere utilizzate nei ristoranti, nei luoghi di lavoro e nei negozi, con eccezione dei cosiddetti vape shop, ovvero gli store esplicitamente dedicati alle sigarette elettroniche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...