Salute

Lo pneumologo Dautzenberg: “Lo studio sui pericoli delle e-cig è carta straccia”

Il professor Bertrand Dautzenberg, pneumologo e presidente dell’Ufficio francese per la prevenzione del tabagismo ha speso alcune parole in merito ai risultati ottenuti dai colleghi d’oltreoceano pubblicati dal New England Journal of Medicine (NEJM) il 22 gennaio in seguito allo studio statunitense intitolato “i pericoli della sigaretta elettronica”. Si tratta di uno studio non basato su risultanze scientifiche ma su “carta straccia”, solitamente il New England Journal of Medicine (NEJM) è un giornale serio, ma in questa occasione hanno adottato il comportamento di un tabloid”, ha attaccato in un articolo sul sito sciencesetavenir.fr.

La dichiarazione allarmistica, fornita dai ricercatori che le sigarette elettroniche sono da 5 a 15 volte più dannose del tabacco è basata sulle risultanze legate ad una sostanza cancerogena (la formaldeide), sostanza che si potrebbe formare durante il processo di vaporizzazione ad altissime temperature, tuttavia irrealistiche per le e-cig.

Per il professore francese il calcolo posti in essere per giungere a questa conclusione è completamente sbagliato e non regge quando si capisce il funzionamento di queste sigarette elettroniche. A suo parere, gli scienziati confondono la tensione e la potenza che può produrre la batteria del vaporizzatore, si tratta di due dati differenti. Dautzenberg spiega inoltre che tutte le forme di combustione (riscaldamento, legna da ardere, cibo cucina, etc) in realtà producono questa sostanza cancerogena. In questi casi, “tanto vietare la vendita di padelle e di costolette”, schernisce.

Per Peter Hajek, Direttore della divisione per il tabagismo dell’Università di Medicina ed Odontoiatria di Londra, questi studi dovrebbero essere messi in dubbio sin dal momento della loro pubblicazione perché non riflettono in alcun modo la realtà: “quando si riscalda un liquido per sigaretta elettronica esso produce un liquido acre da evitare”, ha commentato. Tuttavia l’esperto ha concluso affermando che anche se i vapori emessi dalla sigarette elettroniche non sono salubri come l’aria di montagna, sono comunque migliori meno dannosi del fumo passivo prodotto dalle sigarette tradizionali.

4 thoughts on “Lo pneumologo Dautzenberg: “Lo studio sui pericoli delle e-cig è carta straccia”

  1. Pingback: Sigarette elettroniche e informazione: errori e disattenzioni |

  2. Pingback: Lo pneumologo Dautzenberg: "Lo studio sui ...

  3. Pingback: Sigarette elettroniche: successo giustificato in Francia per Le Figaro |

  4. Pingback: E-cig nel mirino dei politici: ma per soldi, non per salute |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...