Esteri

Sigarette: accordo fatto tra Reynolds e Lorillard. Blu e-Cigs al gruppo Imperial Tobacco

Le due società trovano l’accordo atteso da qualche giorno sulla base di 25 miliardi di dollari in contanti e azioni. La società acquirente cede un lotto di marchi, tra i quali Winston e Blu e-Cigs alla Imperial Tobacco per 7,1 miliardi di dollari in contanti

ecigarettes-e1405096115205

Reynolds American (società il cui 42% è di proprietà di British American Tobacco) ha trovato un accordo per comprare Lorillard per circa 25 miliardi di dollari in contanti e azioni. Incluso il debito il valore è di 27,4 miliardi. Lo hanno annunciato le due società. In base all’operazione, i marchi di sigarette Camel [negli USA, mentre in Italia è distribuito da Japan Tobacco, NdR] e Pall Mall di Reynolds vanno ad aggiungersi alle bionde al metolo a marchio Newport di Lorillard creando il secondo maggiore gruppo americano del tabacco negli Stati Uniti dopo Altria, produttore delle Malboro.

La fusione ha una ricaduta anche per il mercato delle sigarette elettroniche. Reynolds American – che negli USA commercializza la ‘cigalike’ Vuse – ha raggiunto un accordo per vendere i marchi Kool, Salem, Winston, Maverick e Blu eCigs e altri asset a Imperial Tobacco Group per 7,1 miliardi di dollari in contanti.

Ha colpito molti la decisione di Reynolds di cedere Blu, che Lorillard aveva acquistato per  $135 milioni nel 2012. Il mercato delle e-cigarette è infatti enormemente più piccolo rispetto  a quello del tabacco, ma certamente è quello in maggior crescita nel segmento, e Blu è il leader di mercato. Ma Reynolds-Lorillard ha deciso di puntare sul brand Vuse, lanciato nel 2013, in quanto offrirebbe “una tecnologia superiore e ha dato ottimi risultati sul mercato nazionale”. La cessione ha in ogni caso anche l’obiettivo di facilitare gli ostacoli antitrust che la fusione potrebbe incontrare.

In base all’intesa, gli azionisti Lorillard riceveranno 50,50 dollari in contanti e 0,29 azioni Reynolds in cambio per ogni loro azione Lorillard. Nel pre-mercato Reynolds cede l’1,79%, Lorillard perde il 5,12%, Altria scivola dello 0,69%.

14 thoughts on “Sigarette: accordo fatto tra Reynolds e Lorillard. Blu e-Cigs al gruppo Imperial Tobacco

  1. Pingback: Il prof. Dautzenberg contro le cigalike: “Non aiutano a smettere” |

  2. Pingback: FT | E-cig in cerca del salto tecnologico |

  3. Pingback: Fontem Venutres, la prima multinazionale nel mercato italiano delle sigarette elettroniche |

  4. Pingback: E-cig, cosa svapiamo? Le smoking machine lo spiegano bene: (quasi) nulla |

  5. Pingback: Reynolds (partner di BAT) si butta sul business delle gomme alla nicotina |

  6. Pingback: Un nuovo studio pubblicato su Regulatory Toxicology and Pharmacology

  7. Pingback: WSJ | Cameron, CEO di Reynolds: “In 10 anni potremmo avere solo svapatori” |

  8. Pingback: sigaretta elettronica, negozio sigaretta elettronica

  9. Pingback: Op: E-cig, gli interrogativi su un mercato dal futuro ancora sconosciuto |

  10. Pingback: Stati Uniti, vendite di sigarette elettroniche in crescita |

  11. Pingback: Analisti USA: il 2017/18 l’anno di svolta per le e-cig |

  12. Pingback: Ora i signori del tabacco scommettono sugli svapatori | La Stampa |

  13. Pingback: La riscossa dell’e-cig: “Limita i danni” (Repubblica.it) |

  14. Pingback: Blog - Studio USA: biennio 2017-2018 consacrazione delle e-cig - Sigaretta Elettronica | Sigaretta Elettronica Recensioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...